80 Voglia di …

Qualche sera fa, mentre saltavo da un brano all’altro su Spotify mi giunge all’orecchio il pezzo degli Stadio “Acqua e sapone” 1983, testo di Vasco Rossi, colonna sonora dell’omonimo film di Carlo Verdone. Poche note e mi sono subito sentita immersa nel mood dei fantastici anni 80′. L’eccesso, le nuove tendenze, le vacanze al mare nei grandi alberghi, la dance, il rock’n roll, il pop, artisti che hanno segnato la storia… E ancora le spalline, i giubotti oversize, i rayban, le fasce per i capelli, i colori e le forme geometriche, una sola parola insomma “Esagerare”! Fintanto che continuavo ad immaginare quel decennio d’oro, riflettevo sulla spensieratezza che potesse avere un giovane a quell’epoca. Niente cellulari, niente ansie da prestazione, niente stress dall’avanzare del tempo sulle spalle. Pensate alla bellezza del “Mamma esco!” e addio. Erano ancora i tempi in cui ci si chiamava a casa e ci si incontrava per caso in giro. Le persone interagivano e se piacevi a qualcuno era perché ti aveva osservato a lungo e magari aveva sentito il tuo profumo, la tua voce e sfiorato la tua pelle. Non di certo si invaghivano per una foto su instagram e ti “salutavano” con un like. Siamo capitati in un momento in cui paradossalmente tutto è alla disposizione di tutti, ma le relazioni divengono sempre più difficili. E’ l’epoca dell’ansia, avere tutto a portata di mano ci determina troppe aspettative. Pensate ai meccanismi beceri di whatsapp, ” è online, ha visualizzato, ultimo accesso ecc…” Non siamo più liberi di comunicare davvero, di essere noi stessi infondo. Schiavi di spunte e orari, di like e di stories. Immaginatevi invece una trentina di anni fa, ti passava a prendere qualche amico o ti davi un orario e ti vedevi in piazza, giravi senza cognizione precisa con l’intento di divertirti ed incontrare qualcuno. Pensate alla sorpresa che avevi quando beccavi il tipo che ti piaceva casualmente, a meno che tu non sia una stalker professionista! Oggi i ragazzi non sanno più approcciare, ne discutevo ieri sera con le mie amiche. La maggior parte di loro manca di tatto e intraprendenza. E’ vero che i tempi sono cambiati, che non è detto che debba essere l’uomo a fare il primo passo. Io sinceramente son rimasta attaccata all’idea del gentleman e non mi ci voglio separare come non mi staccherei da un modello di Dolce e Gabbana. Insomma tra rapporti virtuali, approcci sbagliati, app per gli incontri ecc… ci manca solo che mettano delle stelline sotto la tua foto profilo per farti assegnare un punteggio e qualche feedback. Non mi meraviglierei ! Già immagino : ” 3 Stelle, serata interessante, a letto una bomba, ma è troppo intelligente. Niente complicazioni!” oppure “2 stelle, noioso e appiccicoso, divertente come gli sketch comici di Baglioni a Sanremo, un disastro!”.

madonna-1024x683 copia

6 pensieri riguardo “80 Voglia di …

  1. come non ricordarli, anche a me prende la nostalgia ogni tanto -direi spesso- e poi in volo con i miei versi! Anni sul Ciao o con la 128 sport di Gianni, le diecimila lire racimolate in quattro per fare qualche giro di paese, le feste in cui se capitava qualche ragazza era festa veramente, il giubbotto a quadroni, i capelli ricci per sentirsi fighi, le cabine telefoniche dove scrivere “ti amo Giusy”, gli Alphaville e Forever Young, Vasco Rossi e una canzone per te. A volte rinuncerei a qualche anno futuro pur di riviverne un paio dalla parte degli ’80.
    Grazie.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...