Come d’argilla.

Portami via, sulle tue spalle forti,
contro inutili pensieri,
e segni rimasti sulla pelle,
non aver paura di nuovi venti.
Mi porti via, ogni volta che mi guardi,
anche se sfuggi,
non so da cosa ti nascondi,
e il tempo passerà.
Andiamo via, seguiamo le correnti,
come criniere di cavalli in corsa,
l’odore del mare e della sabbia,
e baci inaspettati si accendono sotto la luna.
Suonano le note della notte,
natura maestra ci insegna a non resisterci,
ci leghiamo come argilla calda,
uniti sì, ma pericolosamente fragili domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...